Brand Awareness: cos’è e perché è importante

Brand Awareness: cos’è e perché è importante

Nel mondo moderno, a causa dell’elevato numero di offerte di beni e servizi, il consumatore è spesso perso nella sua scelta, in quest’ottica la brand awareness risulta essere fondamentale. Le aziende lottano duramente per attirare l’attenzione dei clienti. Per attrarre e informare i consumatori, le aziende devono definire la strategia della loro campagna pubblicitaria passo dopo passo. Ora non cercano di vendere un prodotto alla prima interazione con una persona, poiché le vendite dirette sono percepite molto male. Le aziende cercano di raccontare sé stesse e guadagnare fiducia, e solo dopo un po’ iniziano a offrire i loro servizi.

Cos’è la consapevolezza del marchio

La Brand Awereness è il livello di consapevolezza del consumatore della tua azienda o del tuo prodotto, così come la capacità di distinguere un marchio dagli altri quando effettui un acquisto.

Una persona non acquista il tuo prodotto, acquisisce emozioni o status. La chiave della brand awareness è proprio la creazione di un legame emotivo tra venditore e acquirente. Per fare ciò, è necessario riflettere passo dopo passo sulla strategia della campagna pubblicitaria. Di solito, il cliente non acquista immediatamente il servizio, ma dopo un po’, in caso di necessità, ricorderà il tuo marchio, poiché ad esso saranno associate emozioni positive. Pertanto, ogni azienda ha bisogno di vendere una storia sul proprio prodotto e creare un senso di valore nei consumatori, il che a sua volta porterà a una maggiore consapevolezza e ad un aumento del LTV (Customer Lifetime Value).

I compiti dei professionisti del marketing si stanno espandendo nel tempo, le persone di cui hai bisogno per la tua attività devono essere cercate su varie nuove risorse e piattaforme. Tuttavia, l’obiettivo principale rimane la corretta interazione con il cliente e la conservazione del volto dell’azienda al massimo livello. Ma prima di contattare il pubblico e parlare di te, devi vedere chiaramente chi è il tuo pubblico di destinazione e dove puoi trovarlo.

Determina chi sono le tue persone

Ogni marketer dell’azienda deve rappresentare e capire chi è il tuo cliente, le sue preferenze e dove puoi interagire con lui quando conduci una campagna pubblicitaria. Per fare ciò, puoi porsi le seguenti domande:

  • Quali qualità ha il tuo pubblico di destinazione;
  • Cosa motiva il tuo pubblico di destinazione;
  • Quale problema risolverà il tuo prodotto o servizio;
  • Che vantaggio hai sui tuoi concorrenti;
  • Con quali fonti di informazione interagisce meglio il tuo pubblico di destinazione?
  • Di chi si fida il tuo pubblico.

Dopo aver analizzato tutte le informazioni, puoi già costruire una strategia più accurata per la tua campagna pubblicitaria per interagire con i consumatori. Il prossimo passo è identificare gli strumenti con cui rafforzerai la connessione con il pubblico.

L’elenco degli strumenti per interagire con gli utenti target:

  • Targeting contestuale. Con questo targeting, puoi indirizzare il tuo annuncio agli utenti che hanno inserito una serie di parole chiave nelle loro query di ricerca pertinenti al tuo prodotto. Cioè, quando si conduce una campagna pubblicitaria, viene indicato un elenco di parole e frasi adatte ai servizi offerti dalla propria azienda.
  • Targeting demografico e targeting per interesse. Queste impostazioni ti aiuteranno a scegliere come target un consumatore che ha esigenze e interessi nel prodotto dell’azienda.
  • Look-Alike è un targeting che permette, grazie alla tecnologia di machine learning, di trovare un target di riferimento che ha un comportamento simile a quello degli utenti che visitano il sito che hanno eseguito alcune azioni mirate. In primo luogo, viene analizzato il comportamento dei visitatori del sito preso come base per il targeting simile, quindi, utilizzando modelli matematici, viene eseguita una ricerca di un pubblico simile.
  • Da segnalare anche l’attività sui social network. Questa è una grande opportunità per comunicare direttamente con i tuoi clienti, scoprire cosa li interessa, quali problemi ha il tuo consumatore. Tieni traccia a chi consigliano i tuoi prodotti, ascolta i consigli per migliorare la qualità del servizio. È imperativo offrire al tuo pubblico solo contenuti di alta qualità e aumentare la fedeltà alla tua azienda.

Come misurare la brand awareness

Quando si esegue una campagna pubblicitaria, è necessario analizzare e ottimizzare costantemente la propria strategia. Per escludere strumenti non funzionanti e utilizzare solo strumenti efficaci.

Per capire come funziona la promozione del marchio e se è necessaria l’ottimizzazione, è necessario chiarire il livello di consapevolezza prima di lanciare una campagna pubblicitaria e dopo di essa.

Vale la pena notare altre metriche molto importanti per monitorare il coinvolgimento del marchio: LTV (valore economico totale del cliente – quanto ha speso dal primo all’ultimo acquisto?) e costo per cliente (CAC). Se il pubblico ha familiarità con il brand, il costo per attirarlo sarà minimo. E confrontando gli indicatori, puoi analizzare la redditività di attirare un cliente, perché se il CAC supera il profitto ricevuto dal cliente, allora devi cambiare la strategia della tua campagna pubblicitaria.

Un caso studio molto di rilievo è Daniel Wellington, un brand di orologi nato con il modello del Dropshipping (acquistavano prodotti dalla Cina e spedivano all’acquirente finale) che nel tempo ha curato maniacalmente i propri canali Social ed diventando un Brand riconosciuto a livello mondiale che fattura milioni di euro ogni anno. Difatti questo Brand è partito totalmente da zero con un modello di Business molto flessibile ed è riuscito a scalare la vetta tra i miglior Brand di orologi (nonostante fosse già un mercato molto saturo e pieno di competitor).

Insomma, hanno applicato la Brand Awareness con estremo successo e con una strategia perfetta.

Conclusioni

Si può concludere che la Brand Awareness è estremamente importante oggi. Infatti, nel momento in cui si decide di acquistare un prodotto, i vantaggi saranno con quella categoria di prodotto, il cui marchio è ampiamente noto al cliente. Di solito, l’acquirente non è un esperto dei prodotti che acquista. Quindi se si fida del tuo marchio, si rivolgerà senza dubbio alla tua azienda per il servizio. Condurre una strategia di campagna pubblicitaria ben ponderata e una gestione competente dei clienti lungo il funnel di marketing non solo porterà i clienti, ma aiuterà sicuramente a costruire relazioni a lungo termine con il pubblico.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Leggi anche questi articoli

Ricevi valore, è gratis

Inserisci la tua email per ricevere gratuitamente suggerimenti, consigli e tanto altro valore per te e per il tuo business.

© Victor Rogachev – Tutti i diritti riservati – Privacy Policy