Le 6 tecniche della persuasione che nessuno ti ha mai svelato

Molto spesso per dare una mano al nostro business nel suo processo, il solo e classico marketing non basta. Capita che bisogni accedere a delle chiavi che permettano di risvegliare i nostri istinti più inconsci per farci attivare e agire (a seconda dell’azione da compiere) e questo è possibile grazie alle tecniche della persuasione.

E non ti preoccupare, non si tratta di una cosa brutta, anche se in molti lo pensano.

 

Quante volte ti è successo di litigare con un cliente? 

Ma nonostante avessi ragione tu, lui non voleva sentire ragioni?

Oppure cercare di attirare un nuovo compratore ma non concludere la vendita?

 

La persuasione consiste nel convincere gli altri ad agire in un certo modo come comprare un prodotto o darti la sua mail per una newsletter.

È semplicemente uno strumento, sta a te usarla per vendere prodotti di qualità e non scadenti. E se preferisci non usarla negli affari, questo articolo ti sarà comunque utile.

Perché? Semplice, perché la persuasione è tutt’intorno a te!

 

Quante volte hai comprato un prodotto perché era gratis? O ti sei lasciato convincere da tua figlia a comprare quel giocattolo che tanto voleva?

 

Come evitare di rimanere fregato?

 

Ci viene in aiuto Roberto Cialdini e le sue armi della persuasione.

Robert ci parla dei 6 principi cardine della persuasione e, nel suo libro, racconta molti episodi in cui vengono applicati. Ora ti illustrerò le principali caratteristiche ma ti consiglio di leggere il libro per avere un quadro più preciso.

E ora bando alle chiacchiere e vediamo in dettaglio le tecniche della persuasione.

La Prima delle Tecniche della Persuasione: Reciprocità

 

Questo principio è basato sul nostro dovere morale di contraccambiare quando qualcuno ci regala qualcosa.

 

E succede ogni giorno. 

 

Un amico ti fa un favore e te lo ricambi. Lui offre il primo giro, te il secondo.

È quasi un dovere morale, ma bisogna starci molto attenti perché è facile caderne vittima, soprattutto perché funziona anche se non avevi chiesto il regalo.

 

Pensa agli assaggini dei banchi del mercato o ai campioni gratuiti di profumi, per esempio.

Sono effettivamente dei regali, quindi potresti sentirti in dovere di contraccambiare, magari comprando un prodotto. Ed ecco che sei stato vittima della prima delle tecniche della persuasione: il principio del contraccambio, e senza nemmeno rendertene conto.

tecniche della persuasione: lead magnetSe volessimo fare un paragone con il mondo del marketing, stiamo parlando di un lead magnet: ovvero qualcosa di attrattivo per convertire il potenziale cliente.

 

Ma è possibile sfuggirci?

Decisamente si.

 

Appena te ne accorgi, comincia a vedere quell’assaggino gratis come una forma di marketing. In questo modo non ti sentirai più in obbligo di contraccambiare, perché quello non è un regalo, ma solo una tecnica di vendita. 

Ecco che prenderai l’assaggino senza attivare il principio della reciprocità.

E ora andiamo a una tecnica della persuasione ancora più potente di quello della reciprocità. 

 

Sei pronto a scoprire come aumentare le tue vendite?

Seconda Tecnica della Persuasione: Coerenza

 

Anche tu vuoi apparire coerente con quello che fai o dici, giusto? 

 

Più che normale, essere coerente è apprezzato nella società. Se fossi incoerente, potresti essere definito un bugiardo o peggio.

Quand’è che nasce il problema? 

Quando le aziende scoprono come sfruttarlo contro di te.

 

Lascia che ti racconti un episodio in cui Cialdini stesso è stato fregato da questo principio:

Qualche giorno prima di Natale era uscita la pubblicità di un nuovo giocattolo e ovviamente suo figlio lo voleva a ogni costo tanto che fu costretto a promettere che glielo avrebbe comprato.

Arriva il momento degli acquisti ma in negozio quel giocattolo non si trova. Cosa fare?

Di sicuro non può non regalare nulla al figlio, quindi compra un altro giocattolo e pazienza.

 

Qualche giorno dopo Natale, riappare la pubblicità del famoso giocattolo. Il bambino si ricorda della promessa del padre e ricomincia a chiederlo.

Cialdini, da buon padre, deve dare l’esempio. Non può tradire la parola data. E quindi va a comprare il giocattolo a suo figlio, che stranamente trova in negozio senza problemi.

 

E’ forse magia? No, marketing.

 

La chiave in questo caso è quindi l’impegno preso dal padre.

Una volta data la propria parola, faremo di tutto per non rimangiarla.

 

Per questo stesso motivo Cialdini non firma nessuna petizione. Perché anche l’impegno più piccolo può portare a conseguenze molto più grandi.

E anche per questo motivo senti sempre dire di scrivere i nostri obiettivi, perché scrivendoli li rendi reali e prendi così un impegno con te stesso.

 

Terza Tecnica della Persuasione: Riprova sociale

 

Cosa si intende?

Semplice, il concetto che il comportamento degli altri stabilisce qual sia il comportamento corretto da tenere in una data situazione.

 

Mi spiego meglio.

 

Prendiamo come esempio le risate pre-registrate nelle serie TV.

La tendenza a considerare più adeguata un’azione quando la fanno anche gli altri normalmente funziona perché  non riteniamo di commettere errori seguendo questa regola.

 

Ti sei mai chiesto come mai, se succede un’aggressione per strada, nessuno dei passanti si muove?

 

No, il motivo non è la società fredda e individualista in cui viviamo.

La vera ragione è il dubbio!

 

Nessuno sa cosa fare, quindi guarda gli altri per adeguarsi. 

Il problema? 

Gli altri stanno facendo esattamente la stessa cosa. Tutti rimangono fermi e, più passa il tempo, più pensano che qualcuno abbia già agito. Nessuno si muove perché di sicuro qualcuno ha già chiamato l’ambulanza, vero? E invece…

Una soluzione? Se stai male chiedi aiuto per primo. Indica poi un passante in particolare e chiedigli di chiamare un’ambulanza.

Semplice e immediato.

Le persone capiscono che c’è un’emergenza e cominciano ad aiutare.

 

Come utilizzare la terza delle tecniche della persuasione nelle vendite?

All’interno della tua comunicazione inserisci persone simili al tuo target. Se, ad esempio, vuoi vendere un prodotto per casalinghe, la miglior venditrice sarà proprio una donna di casa che utilizza quel bene.

 

Quarta Tecnica della Persuasione: Simpatia

 

Una domanda frequente è:

“Come mi guadagno la fiducia dei potenziali clienti?”

 

Se conosci un loro amico, il gioco è fatto. Infatti, se dici che il suo amico ti ha consigliato lui perché lo stima, avrai la simpatia di questa persona. Non importa che l’amico sia fisicamente presente per rendere efficace questa tecnica, basta nominarlo.

 

Ma la simpatia può nascere anche senza conoscenza.

 Ad esempio, le persone belle ci attraggono e ci provocano simpatia. 

Perché? Per l’“effetto alone”.

Si ha quando una singola caratteristica di una persona domina la percezione che gli altri hanno di leeffetto alonei, anche riguardo ad altri aspetti. Solitamente, se una persona è di bell’aspetto, pensiamo che sia anche gentile e onesta.

Tuttavia non potemmo essere più distanti dalla realtà.

 

Un altro trucco è la somiglianza, e qua ci ricolleghiamo alla pubblicità per casalinghe.

Il punto? 

Ci piacciono le persone simili a noi. Può essere una somiglianza di opinioni, ambiente di provenienza o modo di vivere. Persino l’età e gli abiti ci portano inconsapevolmente a farci provare simpatia verso uno sconosciuto.

 

Quinta Tecnica della Persuasione: Autorità

 

Con la penultima delle tecniche della persuasione, sottolineiamo la tendenza a seguire gli ordini delle autorità anche andando contro la nostra stessa morale.

 

Perché? Semplicemente siamo stati cresciuti così.

Fin dalla nascita ci hanno educati a pensare che obbedire all’autorità è giusto, disobbedire sbagliato.

 

Pulisci la stanza? Hai svolto il tuo dovere. 

Non lo fai? A letto senza cena.

 

Alla fine è sensato: l’autorità è stata creata per organizzare la nostra società. Senza il suo rispetto vivremmo nell’anarchia.

 

Come la sfruttano i venditori? Partendo con gli abiti.

Se ti bussa alla porta un signore con l’abito classico e curato, penserai subito che sia un uomo d’affari, no? E quindi, quando parlerà d’investimenti, crederai alle sue parole.

 

In teoria lo fa per lavoro.

Quindi cura sempre come sei vestito quando incontri i tuoi clienti e scegli gli abiti giusti in base all’impressione che vuoi suscitare.

 

Un altro modo sono i titoli. 

La nomina, per esempio, di professore di una prestigiosa università comporterà a ottenere il rispetto e l’ammirazione di chi hai in torno.

 

E ora andiamo a vedere l’ultima tecnica della persuasione che, specialmente nel marketing, funziona dannatamente bene.

 

Ultima Tecnica della Persuasione: Scarsità

 

Chi non conosce la scarsità?

Ultimi 5 capi disponibili!

Sconto valido solo per le prossime 24 h! 

 

Un esempio classico? 

Mentre parli con un amico ti squilla il telefono. La conversazione è interessante però quella chiamata potrebbe essere importante. E se quella persona non ti richiamerà più?

 

Il risultato è che risponderai.

 

È lo stesso principio che ha sfruttato Clubhouse, per chi si ricorda ancora di questo social.

Ha mai ragionato sul perché funzioni così bene? 

Abbiamo paura di una perdita potenziale.

 

E ti dirò di più: le persone sono più motivate ad agire dal timore di una perdita che dalla speranza di un guadagno. Quindi nella vendita mostra i benefici, ma fai in modo che siano ben chiare le possibili perdite legate a non acquistare quel prodotto.

 

E quindi ci ricolleghiamo ai famosi “ultimi 5 capi rimanenti”. Il pensiero di perdere l’occasione di comprare quel capo diventa via via più presente.

Ogni volta che le opportunità si restringono, perdiamo un certo margine di libertà d’azione. Perdere una libertà di cui già godiamo è qualcosa che non sopportiamo, e così, il bisogno di mantenere la nostra libertà ci porta a desiderare quel bene o servizio sempre di più, cercando in tutti i modi di ottenerlo.

 

Le Tecniche della Persuasione: Conclusione

 

Se leggendo questo articolo sulle tecniche della persuasione hai realizzato di essere caduto in innumerevoli tecniche della persuasione, beh, sappi che lo siamo stati tutti. 

Però è proprio così che possiamo imparare e Cialdini stesso lo ha scritto nel suo Le armi della persuasione sulla base dei propri errori.

Questo libro ti apre un mondo sui principi di persuasione e sui bias cognitivi, dandoti consigli pratici per utilizzarli nel tuo business ed evitare di esserne vittima.

 

Victor

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leggi anche questi articoli

Ricevi valore, è gratis

Inserisci la tua email per ricevere gratuitamente suggerimenti, consigli e tanto altro valore per te e per il tuo business.

© Victor Rogachev – Tutti i diritti riservati – Privacy Policy