Come cambiare il proprio mindset

COME HO COSTRUITO IL MIO MINDSET E PERCHÉ È COSÍ FONDAMENTALE?

Lo studio e l’autoformazione sono aspetti fondamentali per chiunque voglia crescere professionalmente.

Non esiste imprenditore di successo che non abbia focalizzato la sua attenzione sull’accrescimento culturale.

Non sto parlando necessariamente di studi convenzionali o quelli universitari, ma di una corretta e costante propensione all’apprendimento di nuovi punti di vista che, talvolta, ti aiuteranno a comprendere meglio il mondo che ti circonda.

Non immagini quante cose io abbia imparato e continuo ad imparare giorno dopo giorno.

Ricorda, i libri sono la medicina dell’anima, e solo se arricchirai il tuo bagaglio culturale potrai avere un approccio avanguardista al business in generale ed in particolar modo, il business digitale.

Attraverso lo studio e la frequentazione di corsi online che mi hanno permesso di aprire la mente a tanti scenari diversi, ho avuto la possibilità di conoscere più a fondo e più intimamente le mie capacità e cosa potenzialmente avrei potuto fare.

Grazie quindi ad una maggiore consapevolezza di se stessi, si può creare un proprio mindset attraverso il quale chiunque potrà raggiungere obbiettivi mai immaginati prima.

Come ti dicevo, per cambiare il proprio mindset bisogna necessariamente avere più consapevolezza di se stessi.

Capisco che la cosa non sia affatto facile e che richiede sicuramente del tempo, ma fidati, da buon imprenditore quale sei, sa bene quanto il tempo debba essere investito e mai sprecato e, in questo caso, sarà l’investimento migliore che tu possa fare.

Occorre fare un profondo lavoro di introspezione per poter incanalare le proprie energie verso un nuovo modo di pensare.

Dovrai chiedere a te stesso, e in tutta onestà, quanto tu sia realmente disposto a rivoluzionare la visione del mondo che hai, fino addirittura a giungere a mettere in discussione anche le pratiche che svolgi ormai da anni durante la tua quotidianità.

Come si fa quindi a cambiare il proprio mindset?

Posso riportarti un esempio che ho sperimentato direttamente nella mia vita. Magari, attraverso la mia esperienza, che adesso condividerò con te, riuscirai anche tu a trovare un equilibrio ed avviare il processo che ti porterà poi alla realizzazione del tuo mindset.

Come sai, sin da ragazzo, mi sono sempre buttato a capofitto in progetti imprenditoriali di varia natura. Spesso gli scenari che mi si presentavano davanti sembravano fuori dalla mia portata, vuoi magari dovuti alla mia giovane età, vuoi per una poca esperienza maturata in quel particolare settore, insomma, sembrava di dover scalare l’Everest.

Non tirandomi mai indietro, ed affrontando ogni situazione con curiosità, creatività e positività, mi sono posto nuove sfide, nuovi orizzonti da raggiungere e, in tutta onestà, nel tempo, ho raccolto tantissime belle soddisfazioni.

I fallimenti non sono mancati, certo, ma è anche attraverso quei fallimenti che sono giunto ad essere la persona che sono ora.

Quindi, detto in parole povere, buttati!

Non bisogna imporsi troppi limiti e, soprattutto, non bisogna mai lasciarsi influenzare dalle persone negative o che non vedono un po’ più in la del loro naso.

Già quotidianamente dobbiamo affrontare i nostri mostri interiori, ci manca solo di dover perder tempo dietro le persone negative e disfattiste: queste si nutrono dell’energia altrui, stai molto attento.

Devi inoltre imparare ad utilizzare frasi e parole positive!

Pensa che meraviglia se riuscissi a cambiare la frase “non poso farcela” o “non ce la farò mai” con una meravigliosa frase “ci posso provare” o “cecherò di fare del mio meglio”.

Personalmente, ho sempre cercato di uscire dalla mia zona di comfort per spingermi al miglioramento costante della mia personalità, ti consiglio di fare altrettanto.

Ho incominciato con le piccole cose come, per esempio, leggere un libro con costanza o andare in palestra dei giorni prestabiliti durante la settimana. Inizialmente non è stato affatto facile rispettare determinate dinamiche e tempistiche ma, alla luce dei fatti, ti posso garantire che, le piccole routine che mirano al miglioramento della persona, sono quelle che pian piano ti portano verso un cambiamento radicale.

Lavorare su noi stessi porta a dei risultati incredibilmente positivi.

Per cambiare il tuo mindset, è importantissimo porsi degli obiettivi e tradurre poi i tuoi pensieri in atti pratici.



NON PUOI OTTENERE TUTTO E SUBITO

Quando ero adolescente, mi lasciavo spesso ingannare dai finti guru del marketing, e credevo davvero che diventare ricchi fosse una cosa facile. Mi lasciavo rapire da tutte quelle pubblicità ingannevoli e anche io, così come tanti, credevo a possibili miracoli.

Ovviamente il successo, il 99% delle volte, non deriva da un miracolo bensì da altro, molto altro.

In base al mio percorso di vita posso dirti piuttosto serenamente che, per ottenere dei risultati ci vuole passione, studio e tanta ma tanta pazienza.

Non immagini quante critiche ho dovuto sentirmi rivolgere per capire che la pazienza è una cosa fondamentale.

Anche io però ho i miei limiti, e spesso infrango questa regola. Lo faccio perché il più delle volte mi faccio prendere dal forte desiderio di mettere in pratica uno specifico processo lavorativo ma poi, sovente, mi rendo conto che per farlo funzionare correttamente c’è bisogno che tutto sia al suo posto.

Per raggiungere un determinato risultato occorre che tutto sia ben definito secondo il proprio mindset, e che tu possa analizzare approfonditamente ogni singolo aspetto del processo produttivo.

I risultati non sono grandezze che arrivano nel giro di poche ore, bensì frutti da raccogliere dopo aver seminato tanto nel tempo e con la dovuta energia.

MINDSET = SACRIFICIO

Ricoprire un ruolo dirigenziale spesse volte significa avere quella flessibilità mentale tale da reagire velocemente a qualsiasi situazione venga a pararsi davanti.

Bisogna avere una grande dose di coraggio se si vuole intraprendere la carriera dell’imprenditore e, credimi, non è una vita per tutti.

Magari nella tua famiglia di origine sei il primo, e forse l’unico, che sogna o che ha già incominciato a lavorare in maniera autonoma, e davvero difficilmente sarai compreso nelle tue scelte di vita, ma si sa, alla gente piace più insegnare che studiare, non è vero?

Quello che devi capire è che per strutturare in maniera solita il tuo mindset dovrai fare dei sacrifici.

Inizialmente questi sacrifici ti sembreranno enormi, poi via via nel tempo vedrai che lo sforzo sarà minore e i risultati che otterrai saranno considerevolmente maggiori.

A volte dovrai essere disposto a rinunciare a qualche cena con gli amici o con la propria fidanzata o, magari, dovrai costringerti a dormire di meno svegliandoti all’alba.

Bada bene, ogni rinuncia di oggi costituirà un guadagno doppio se non triplo nel prossimo futuro, e credimi, ne vale la pena. Non dico chiaramente che dovrai totalmente abnegarti al lavoro o ai tuoi progetti, anzi. Quello che però ti consiglio di fare, è gestire bene il tuo tempo e magari svegliarti almeno un paio di ore prima della tua solita vecchia routine.

Mi piacerebbe portare alla luce l’esempio dei quattro fornelli.

È un esempio che ritengo particolarmente calzante e che in qualche modo può farti riflettere.

Immagina il classico fornello che tutti noi abbiamo in casa, quello appunto con i quattro fuochi. Ogni fuoco rappresenta un’area della propria vita: famiglia, amici, salute e lavoro.

Se accendi tutti e quattro i fuochi, la forza della fiamma è ripartita in maniera piuttosto debole su tutti i punti di fuga del fuoco.

Se vuoi invece che un particolare punto di fuga abbia un fuoco nettamente più forte, dovrai necessariamente spegnere uno dei tre rimanenti, giusto?

Ecco, questo può essere applicato alla vita di tutti i giorni.

Preferisci vivere una vita sbilanciata ed eccellere in qualcosa o preferisci una vita bilanciata in cui però non avrai mai modo di massimizzare il tuo potenziale in nessuna della quattro aree?

A tutto questo c’è una soluzione, chiaramente e non ti sto affatto suggerendo di dedicarti solo ed esclusivamente al business, che sia chiaro. Quello che dovrai fare è delegare, accettare i propri limiti ed esser consapevole che c’è un frutto per ogni stagione.

Accetta questa cosa, e vedrai che sicuramente riuscirai a vivere meglio il tuo approccio all’imprenditoria.




CIRCONDARSI DI PERSONE CON GLI STESSI INTERESSI

È importante che la tua quotidianità sia costellata da persone positive.

Quante volte capita di avere a che fare con persone disfattiste, negative e sempre pronte a lamentarsi di ogni cosa?

Queste persone si nutrono dell’energia altrui e sono davvero personaggi che ti consiglio vivamente di allontanare dalle tue giornate.

Quanto è bello invece frequentare persone positive, con le quali puoi discorrere facilmente un po’ di tutto e che in qualche modo, anche nella loro semplicità, riescono a darti energia.

Lo avverti sin da subito appena ci parli, sono persone che fanno stare bene il cuore e l’animo.

Una cosa che vorrei tu non dimenticassi mai, è che non puoi percorrere una strada in salita se ti carichi di pesi superflui.

Quindi, accerchiati di persone positive. Avvolgi le tue giornate nella consapevolezza che la positività porta sempre a grandi e sorprendenti sorprese.




E’ FONDAMENTALE FALLIRE E SBAGLIARE!

Come avrai sicuramente avuto modo di leggere su questo blog, sono nato in Russia.

Da buon “straniero” ho dovuto imparare nel tempo ad analizzare il più obiettivamente possibile come le critiche all’italiana influenzino il nostro mindset positivo.

Chi fallisce deve vergognarsi, specialmente in Italia.

Non è un caso che per esempio sui giornali, ma anche nella vita di tutti i giorni si parli solo di chi ci è riuscito, quasi come se il fallimento fosse qualcosa da nascondere, da non condividere.

Niente di più assurdo!  

Chi fallisce viene magicamente dimenticato all’istante e questo, secondo il mio personalissimo punto di vista, è uno dei messaggi peggiori che si possano veicolare.

Quello che dovrebbe esser chiaro a tutti è che quello che si è diventati oggi, è il frutto anche dei fallimenti passati.

Chiaramente bisogna fallire in maniera intelligente.

Cosa voglio dire quando dico fallire in maniera intelligente? Intendo che quando si fallisce, è essenziale analizzare i motivi del fallimento e non necessariamente si deve metter da parte un progetto, ma farne tesoro e agire di conseguenza.

Leggendo la vita di tanti imprenditori miliardari, ho notato che la maggior parte non ha conseguito una laurea e il loro passato è ricco di piccoli ed enormi fallimenti.

Questo ci lascia intendere che ci vuole tempo per capire quale sia il percorso giusto.

In America di dice: Non sei nessuno ne non hai fallito almeno 20 volte!”.

Non aver paura di niente e buttati!

Vedrai che, se ascolterai i miei consigli, mi ringrazierai.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leggi anche questi articoli

Ricevi valore, è gratis

Inserisci la tua email per ricevere gratuitamente suggerimenti, consigli e tanto altro valore per te e per il tuo business.

© Victor Rogachev – Tutti i diritti riservati – Privacy Policy